Terapie manuali: Linfodrenaggio, Taping e Massoterapia

FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE

LINFODRENAGGIO

Con il termine linfodrenaggio si intende un insieme di tecniche manuali che permettono il drenaggio della linfa, all’interno dei vasi linfatici. Questa tecnica viene utilizzata principalmente nel trattamento degli edemi. Il linfodrenaggio viene praticato attraverso tocchi leggeri, effettuato in modo da non arrecare danno alle strutture dei capillari sanguinei e linfatici. E’ praticato da fisioterapisti esperti e sotto controllo medico.

TAPING


Ormai da diverso tempo si è affermato tanto nel mondo sportivo quanto in quello riabilitativo un nuovo materiale: il Kinesio-Taping. Questo cerotto elastico non medicato viene ritagliato ed applicato dagli operatori per ottenere diversi effetti che vanno dall’aumento della forza muscolare e della propriocezione, alla riduzione del dolore e delle contratture muscolari.
Più recentemente, il Taping ha cominciato ad essere inserito in un altro contesto medico: la flebo-linfologia. Questa nuova tecnica trova applicazione nei linfedemi e negli ematomi superficiali del tronco e degli altri, favorendo la normale circolazione dei liquidi sotto fasciali e migliorandone così il deflusso. Il suo razionale risiede nelle sue proprietà meccaniche: durante i movimenti, la tensione elastica del cerotto solleva la pelle formando piccole pliche cutanee che creano spazio, riducendo così la pressione locale. Questo crea un effetto di compressione-decompressione tra cute e fascia che facilita l’apertura dei vasi linfatici.
Inoltre, il Taping, oltre ad essere anallergico e lavabile, è anche sottile e ha lo stesso colore della pelle, divenendo così un presidio sanitario confortevole e ben accettato dal paziente anche da un punto di vista estetico.
Queste caratteristiche hanno permesso al Taping di proporsi come tecnica coadiuvante o, in casi mirati, sostitutiva delle terapie tradizionali.





taping3taping2taping1